Località

Località

Lamezia Terme e il suo dominio sul territorio del Golfo di S.Eufemia

La storia della città unita

Lamezia Terme è formalmente un agglomerato abbastanza recente, il comune è stato costituito il 4 gennaio 1968 dall'unione amministrativa di tre centri abitati, che, prima di tale data, costituivano comuni a sé stanti (NicastroSambiase e Sant'Eufemia Lamezia), e che oggi sono considerati dei veri e propri quartieri.  
La storia di Lamezia Terme comprende la storia dei tre ex comuni: territori già abitati molti secoli prima ancora che divenissero centri abitati. Infatti, molti reperti archeologici testimoniano la presenza nel suo territorio di comunità del periodo italico e del periodo Magno-Greco.
Nel Medioevo nacquero Nicastro a vocazione prevalentemente commerciale e Sambiase a vocazione agricola, due agglomerati diversi tra di loro, ma completementari. L'attuale insediamento di Sant'Eufemia Lamezia è sorto come gruppo di case intorno alla stazione ferroviaria principale ed è, quindi, di origine recente, fondato per volontà del regime fascista attorno al preesistente nucleo ferroviario denominato "Sant'Eufemia Biforcazione", con la legge 8 aprile 1935 n. 639.

Fu il Sen.Arturo Perugini a proporre l'unificazione dei comuni al fine di creare un agglomerato urbano unico e forte, capace di sfruttare al meglio le risorse messe a disposizione dal territorio comunale. Perugini ha sempre pensato alla città come un grande centro di servizi e città cerniera della Calabria, se pensiamo, in una dimensione di straordinaria attualità.
Credo che a tutt'oggi questa potenzialità reale del territorio non sia ancora stata del tutto capita e sfruttata.
 Perugini ha inseguito per tutta la vita la realizzazione del sogno di una grande città, la "Grande Lamezia", la "Brasilia della Calabria", che non solo doveva contribuire a sviluppare il territorio lametino, ma grandezza del sogno, la regione intera.

Nella seduta del 18 ottobre 1967, la I commissione permanente (Affari della Presidenza del Consiglio e dell'Interno) del Senato della Repubblica, approva la "Costituzione del Comune di Lamezia Terme, inprovincia di Catanzaro", grazie alla proposta di legge dell'On. Salvatore Foderaro, congiunta a quella di iniziativa del Sen. Arturo Perugini. Mercoledì 20 dicembre 1967 la Camera dei deputati approva la legge così come era stata concepita da Perugini e diventa Legge 4 gennaio 1968 n° 6 di cui all'art. 1 dice testualmente: "I comuni di Nicastro, Sambiase e Sant'Eufemia Lamezia in provincia di Catanzaro sono riuniti in un unico Comune con la denominazione di Lamezia Terme".